Spagna by Viaggiatore.net  
 
  Viaggi Spagna, Hotel Spagna, Madrid, Barcellona, Voli Spagna - by Viaggiatore



Spagna
Quando andare
Mappa Spagna
   
Video Spagna
   
Voli Spagna
Traghetti Spagna
   
Madrid
Barcellona
Granada
Siviglia
Valencia
   
Baleari
Canarie
Costa del Sol
Galizia
Paesi Baschi
Andalusia
   
Cose da Fare
Cammino di Santiago
Luoghi di Don Chisciotte
Itinerari Andalusia
Itinerari Alicante
Pamplona e San Fermin
Windsurf a Tarifa
   
Shopping
Racconti di viaggio
La cucina spagnola
Eventi e festival
   
Hotel Spagna
Alloggi economici
Case vacanza

Cerca hotel in Spagna





Google
   
  web
  spagna.com

Siviglia



Circondata da una campagna tipicamente mediterranea, varia e molto fertile, Siviglia Ŕ la quarta cittÓ della Spagna per numero di abitanti. E' il capoluogo e probabilmente la cittÓ pi¨ bella dell'Andalusia, la regione pi¨ meridionale della Spagna. I suoi tratti distintivi sono l'eleganza degli edifici e il colore. Dai suoi tetti rossi sale l'anima della cittÓ.

Il clima di Siviglia Ŕ caldo-temperato. La temperatura media annuale Ŕ compresa tra i 18 ed i 20 gradi. Durante l'inverno la temperatura non Ŕ mai troppo bassa, mentre in estate c'Ŕ un clima caldo e secco che pu˛ superare i 40 gradi. Le stagioni migliori per visitare Siviglia sono la primavera e l'autunno quando il clima Ŕ molto piacevole.

Se dai musulmani Siviglia ha ereditato alcuni dei suoi edifici pi¨ belli, dagli ebrei eredit˛ due quartieri festosi ed accoglienti, Santa Croce e San Bartolomeo. Dopo la riconquista della cittÓ da parte dei Re Cattolici, fu costruita la pi¨ grande cattedrale spagnola e una delle pi¨ grandi cattedrali gotiche del mondo. Bellissima e imponente.

Accanto alla cattedrale, dove anticamente si trovava il minareto della moschea, si erge la torre della Giralda, costruita tra il 1184 e il 1196 e trasformata in campanile successivamente.

Di fronte alla cattedrale c'Ŕ l'AlcÓzar di Siviglia, ovvero l'antico palazzo reale. in un meraviglioso stile moresco. Al suo interno, oltre alle belle sale e cortili, anche un magnifico giardino lussurreggiante, all'interno del quale si trovano i Bagni della Sultana.



Siviglia, luoghi d'interesse


El Arenal. Un tempo sede del porto di Siviglia, ospitava anche i depositi di munizioni. Oggi la splendida arena civica, la Plaza de Toros de la Maestranza, domina quest'area. Durante la stagione delle corride, i bar e i ristoranti della zona sono affollati, ma per il resto dell'anno i vicoli dell'El Arenal rimangono tranquilli. Uno dei pi¨ antichi monumenti di Siviglia, la Torre del Oro moresca, si staglia sul fronte del fiume. L'ampio viale alberato lungo il Paseo de Crist˛bal Col˛n Ŕ perfetto per le passeggiate sul Quadalquivir.

Museo de Bellas Artes. Il convento della Merced Calzada venne restaurato per dare vita a uno dei pi¨ bei musei di Spagna. Finito nel 1612 da Juan de Oviedo, l'edificio si erge intorno a tre corti, oggi, ornate di alberi, fiori e alcuni azulejos. Il Museo d'Arte e Cultura Spagnola, dal Medioevo ai nostri giorni, espone opere significative di artisti della scuola sivigliana.

Santa Cruz. L'antico quartiere ebraico di Siviglia, fatto di vicoletti e patios, Ŕ sempre stato l'angolo pi¨ pittoresco della cittÓ. Qui sono raggruppate molti dei monumenti pi¨ famosi, come la cattedrale gotica con la sua inconfondibile torre, La Giralda; i magnifici Reales AlcÓzares, con i palazzi reali e i giardini rigogliosi di Pedro I e Carlo V.

La Cattedrale. Occupa il posto di una grande moschea costruita dagli Almohadi nel tardo XII sec. La Giralda, il campanile, e il Patio de los Naranjos sono un lascito della cultura moresca. I lavori della cattedrale cristiana, la pi¨ grande d'Europa, iniziarono nel 1401, e ci volle quasi un secolo per finirli. Oltre ad ammirare la sua maestositÓ gotica e le opere d'arte nelle cappelle e nella sacrestia, si pu˛ salire sulla Giralda per godersi il panorama della cittÓ.

Archivo de Indias. L'archivio delle Indie illustra il ruolo determinante della cittÓ nella colonizzazione del Nuovo Mondo. In origine, era una Borsa di mercanti. Nel 1785, Carlo III raccolse tutti i documenti spagnoli sulle Indie in un unico edificio. Tra 86 milioni di pagine manoscritte e 8 mila cartine e disegni, ci sono le lettere di Cristoforo Colombo, CortŔs e Cervantes e l'immensa corrispondenza di Filippo II.

Ayuntamiento. E' il municipio di Siviglia, si trova tra la storica Plaza de san Francisco, dove si tenevano gli autos-da-fŔ, o processi pubblici agli eretici, e la moderna spianata di Plaza Nueva. Il lato sulla Plaza de San Francisco Ŕ un esempio di stile ornato plataresco. Il vestibolo e la Casa Consistorial inferiore hanno conservato dei soffitti sfarzosamente scolpiti. La sala ospita l'Impostazione della Pianeta a Sant'Ildefonso di VelÓzquez.

Reales AlcÓzares. Residenza reale eretta all'interno dei palazzi degli Almohadi, che avevano governato la cittÓ, ha ospitato i re spagnoli per quasi sette secoli. Le pareti del palazzo sono un ottimo esempio di stile mudŔjar. Elemento architettonico dominante, l'arco a volta si ripete armonioso per tutto il palazzo. Azulejos e stucchi lavorati decorano la Sala dell'Ambasciatore, con tre arcate simmetriche ognuna con tre archi a ferro di cavallo. Le stanze degli appartamenti di Carlo V sono ornate da tappezzerie e variopinti azulejos del '500. Infine, i giardini degli AlcÓzares, strutturati con terrazze, fontane e padiglioni, sono un gradevole rifugio dall'afa e dalla confusione di Siviglia.

La via dei Serpenti. Si snoda verso nord partendo da da Plaza de San Francisco ed Ŕ la pi¨ importante arteria commerciale di Siviglia riservata ai pedoni. Si trovano botteghe di cappelli, ventagli e tradizionali 'mantillas' (scialli copricapo di pizzo), accanto a negozi di souvenir e abbigliamento. Anche le vie parallele Cuna e TetuÓn sono ricche di belle vetrine.

Link Siviglia



Hotel Siviglia