Spagna by Viaggiatore.net  
 
  Viaggi Spagna, Hotel Spagna, Madrid, Barcellona, Voli Spagna - by Viaggiatore


Spagna
Quando andare
Mappa Spagna
   
Video Spagna
   
Voli Spagna
Traghetti Spagna
   
Madrid
Barcellona
Granada
Siviglia
Valencia
   
Baleari
Canarie
Costa del Sol
Galizia
Paesi Baschi
Andalusia
   
Cose da Fare
Cammino di Santiago
Luoghi di Don Chisciotte
Itinerari Andalusia
Itinerari Alicante
Pamplona e San Fermin
Windsurf a Tarifa
   
Shopping
Racconti di viaggio
La cucina spagnola
Eventi e festival
   
Hotel Spagna
Alloggi economici
Case vacanza

Cerca hotel in Spagna





Google
   
  web
  spagna.com

Madrid



Madrid fu fondata dai Mori intorno al 931 A.C. sulle rive del fiume Manzanares con il nome di Mayrit.

Nel 1083 il borgo di Mayrit fu conquistato dai Cristiani di Alfonso VI di Castiglia e nel 1561 Filippo II ne fece la capitale di tutta la nazione. A quell'epoca Madrid era un agglomerato di casette di mattoni e contava venticinquemila abitanti.

La città fu notevolmente ampliata nel corso dei secoli fino a diventare la poliedrica e popolosa capitale della Spagna di oggi.

L'anarchia urbanistica e la vitalità propria di tutte le metropoli europee fanno da contraltare a splendidi giardini e parchi per ritemprarsi dallo stress cittadino.



Madrid, luoghi d'interesse


Il Paseo de la Castellana, grande arteria cittadina, sorse con l'ampliamento della città di Madrid nel 1600, sotto il regno di Carlo III.

Risalgono allo stesso periodo anche i grandi giardini, le fontane sfarzose e il Museo del Prado, che in origine ospitava un museo di Scienze Naturali.

Plaza de Colon divenne un grande centro culturale, mentre il Paseo de Recoletos ospita i più bei caffè di Madrid. Piazza di Cibeles è oggi un trafficato centro cittadino, con il palazzo della Posta, il quartier generale militare e il Palazzo di Linares.

La Glorieta Emperador Carlos V ospita il centro culturale Reina Sofia e la stazione di Atocha. In questa zona di Madrid si producono ancora i tappeti e gli arazzi come ai tempi di Goya.

La Puerta del Sol è forse il vero cuore di Madrid. Nel 1400 era un baluardo difensivo, oggi sovrasta una piazza con l'antica Casa de Correos e il suo celebre orologio a quattro sfere al cui suono i madrileni festeggiano, la notte del 31 dicembre, l'arrivo del nuovo anno. Qui è segnato il chilometro zero, da cui partono tutte le strade nazionali. Tre statue ornano la piazza: quella di Venere, l'Orso con il Madroņo e quella di re Carlo III.

Calle Alcalà è la più sontuosa delle antiche strade madrilene, mentre Plaza Mayor fu completamente ricostruita dopo l'incendio del 1790. La Casa de la Panaderia era il luogo privilegiato per assistere alle corride, ai combattimenti a cavallo, agli auto da fé e agli spettacoli teatrali. Ogni domenica qui si svolge il mercato filatelico, oltre alle feste popolari e ai concerti.

Calle Toledo era la via degli artigiani. Nei pressi, la chiesa di San Isidro, cattedrale cittadina fino al 1993. Le piazze Conde de Barajas e Conde de Miranda mostrano palazzi signorili dell'epoca degli Absburgo. Sulla Plaza de la Villa si affaccia il municipio del 1644, variante barocca delle costruzioni di Herrera.

Calle del Rollo prende il nome dal tribunale dell'Inquisizione che si riuniva nella Plaza del Cruz Verde. Plaza de la Paja, nell'antico quartiere moresco, fu per molto tempo il mercato cerealicolo della città; nei pressi, il Rastro, mercato delle pulci che ogni domenica invade il quartiere.

I Jardins de las Vistillas possiedono numerosi locali a terrazza dove fermarsi per una sosta e uno spuntino.

San Francisco El Grande è la più bella chiesa barocca di Madrid, qui si possono ammirare alcune opere di Goya.

Il Palacio Real è un edificio imponente con oltre duemila stanze dove vissero i re spagnoli fino al 1931. Di fronte al Palazzo, la Piazza de Oriente ospita il teatro reale, l'Opera.

Plaza de Espaņa è una grande piazza edificata negli anni cinquanta con due alte costruzioni e un monumento a Cervantes. Il Parco di Oeste ospita il tempio egizio di Debod, donato alla Spagna per il suo aiuto durante le alluvioni di Assuan.

Verso est c'è la Gran Via, che negli anni venti era il luogo più raffinato di Madrid, ricca di luci e di sale di divertimento. Il monastero delle Descalzas Reales, che ospitava un tempo le nubili o vedove Absburgo, possiede un bel giardino proprio nel centro congestionato della metropoli.

Link Madrid


» Guida di Madrid
» Hotel Madrid
» La notte di Madrid